CONTORNI,  RICETTE SANE & LEGGERE

POMODORINI CONFIT

La tecnica “confit” ha origini antichissime, nasce nella Francia del Medioevo, infatti il termine confit deriva da “confire” che in francese significa conservare o candire,  quello che si otterrà da questo procedimento saranno appunto dei pomodorini canditi e, come dice mia nipote: sembrano caramelle.
Oltre che ai pomodorini, la tecnica confit si può applicare anche ad altre verdure o ortaggi, alla frutta (solo con lo zucchero) e anche alla carne.

Ingredienti:

Pomodorini datterini
Sale e zucchero (in parti uguali, es.: un cucchiaino di zucchero e un cucchiaino di sale)
Erbe aromatiche (quelle che ti piacciono di più)
Olio evo (se vuoi conservarli più a lungo)

Procedimento:

Lava bene i pomodorini sotto l’acqua corrente, tagliali a metà in verticale, disponili su una placca da forno rivestita di carta forno.
Aggiungi la miscela di sale e zucchero e le erbe aromatiche.
Cuoci in forno preriscaldato a 150° per 1 ora e mezza (il tempo di cottura dipende dal tuo forno, se dopo un’ora i pomodorini sono ancora troppo bagnati cambia l’impostazione del forno in ventilato, non aumentare la temperatura).
Se vuoi conservare i pomodorini a lungo (anche due mesi), mettili in un barattolo di vetro sterilizzato e ricoprili di olio.

p.s.: per sterilizzare un barattolo metti due dita di acqua e fai bollire in microonde per due minuti

print

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *