FINGER FOOD,  PANE, PIZZA, FOCACCIA

PIZZA

Chi non ama la pizza alzi la mano!
Tutto il mondo ce la invidia e saperla fare bene è davvero un’arte.
Ho imparato a farla grazie ad un corso di panificazione e devo dire che la mia pizza è ormai diventata una delle mie preferite.
L’impasto è a lunga lievitazione, il minimo di lievitazione, per i miei gusti, è di 24 ore, la pizza è molto più digeribile, ma spesso sforno pizze che hanno anche una lievitazione di 48 ore.
Per una lunga lievitazione è importante conoscere la forza della farina che è indicata sul pacchetto preceduta da una W, per 24 ore di lievitazione la forza deve essere W260, mentre per 48 ore deve essere di W350.

Ingredienti:

500 gr di farina (forza W260)
350 ml di acqua
3 gr di lievito di birra fresco
Un cucchiaino di zucchero
20 gr di sale
4 cucchiai di olio evo
Farina per la lavorazione a mano

Procedimento:

In una planetaria inserisci la farina, fai un buco nel mezzo e aggiungi il lievito, lo zucchero e poca acqua, così facendo il lievito si attiverà, aziona la planetaria e mescola brevemente con il gancio.
Aggiungi l’acqua poca per volta, e lascia il gancio in azione fino ad assorbimento completo dell’acqua, aggiungi anche l’olio e il sale e mescola ancora.
Trasferisci il composto su un tavolo da lavoro leggermente infarinato e incomincia ad impastare, impasta fino a quando non vedrai che l’impasto sarà liscio ed omogeneo.
Prendi una ciotola capiente e unta d’olio, inserisci l’impasto nella ciotola, ungi l’impasto con altro olio e copri con la pellicola a contatto dell’impasto.
Riponi la ciotola nel reparto frutta del frigorifero per 24 ore.
Trascorse le 24 ore, estrai la ciotola dal frigorifero e inseriscila in forno con la luce accesa per almeno un’ora.
Ora l’impasto è pronto per essere trasformato in una pizza da teglia grande (quella in dotazione per il forno è perfetta), o per due/tre teglie da 30 cm di diametro (dipende da quanto spessa la vuoi).
Ti consiglio di preparare il condimento per la pizza almeno mezzora prima di aggiungerlo, in modo che gli aromi che utilizzerai insaporiranno la salsa di pomodoro.
Stendi l’impasto con le mani (mai usare il matterello) e condisci la pizza come più ti piace.
Per quanto riguarda la mozzarella esistono varie scuole di pensiero, c’è chi la aggiunge subito e chi a metà cottura, se la aggiungi subito si abbrustolirà leggermente, se invece la preferisci bella bianca allora aggiungila a metà cottura.
Cuoci la pizza in forno, nel ripiano più basso e alla temperatura più alta che il tuo forno permetta, il tempo di cottura dipende molto dalla temperatura e dal forno, il mio per esempio arriva fino a 300 gradi e la pizza, a questa temperatura si cuoce in 7 minuti.

print

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *