PRIMI

BUCATINI ALL’AMATRICIANA

Il sugo all’amatriciana è una ricetta molto antica nato con il nome di gricia, in origine mancava il pomodoro e il nome gricia deriva da grigia (pare che il nome fu dato per via del colore che prende il guanciale dopo la cottura).
Ci sono molte versioni legate a questo sugo, c’è chi mette la cipolla, chi il peperoncino, ma un ingrediente che non deve mai ne mancare ne essere sostituito è il guanciale.
Certo gli amici romani lo sanno e lo danno per scontato, ma sento spesso che nella amatriciana viene usata la pancetta….no per cortesia….con la pancetta è un altro sugo, buonissimo sicuramente, ma un altro sugo.

Ingredienti per 4 persone:

400 gr di bucatini
150 gr di guanciale (tagliato spesso circa 5 millimetri)
700 gr di passata di pomodoro
pepe q.b.
perorino romano q.b.

Procedimento:

Scaldate una padella antiaderente e iniziate a saltare il guanciale tagliato a striscioline (il risultato non deve essere ne troppo molle ne troppo abbrustolito…una via di mezzo).
Quando il guanciale avrà sudato e sarà leggermente croccante versate la passata di pomodoro, un po’ di pepe e fate cuocere per circa 20 minuti e comunque fino a quando il sugo sì riduce e non è più acquoso.
Nel frattempo in una pentola d’acqua bollente e salata fate cuocere i bucatini per il tempo indicato sulla scatola (di solito sono dagli 8 ai 10 minuti).
Quando il sugo sarà pronto aggiustate di sale (solo se necessario, assaggiate sempre prima di aggiungere sale, poiché il guanciale potrebbe essere già abbastanza salato).
A cottura ultimata scolate i bucatini e mescolateli con il sugo, una volta impattati aggiungete del pecorino romano a piacere.

print

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *