PRIMI

RISOTTO CASTELMAGNO E MENTA

Il castelmagno è il re dei formaggi piemontesi, è un formaggio dalle origini molto antiche, pensate che veniva prodotto già nel 1200. Il suo sapore caratteristico proviene dall’alimentazione del bestiame, in cui padroneggiano le erbe aromatiche presenti nei pascoli.
Conosco bene questo formaggio poiché il mio papà è nato in Piemonte e mi riporta ai miei ricordi d’infanzia, quando tutti insieme andavamo a trovare i parenti a Cuneo.
Si sposa perfettamente con la menta che dona a questo risotto molta freschezza.


Ingredienti per 4 persone:

Mezza cipolla
olio q.b.
brodo (carota, sedano, cipolla)
vino bianco (per sfumare)
2 manciate di riso a testa
200 gr di castelmagno 
50 gr (circa) di menta fresca 

Procedimento:

Preparate il brodo facendo bollire carota, sedano e cipolla in abbondante acqua salata.
Tagliate finemente la cipolla e fatela soffriggere con un filo d’olio in una pentola per risotti, aggiungete il riso, fatelo tostare (i chicchi devono diventare un po’ trasparenti), sfumate con il vino.
Aggiungete di volta in volta il brodo senza far asciugare troppo il riso (fate cuocere per 20 minuti circa).
Nel frattempo tritate il castelmagno insieme alla menta in un frullatore.
Quando sarete a metà cottura del riso, aggiungete al risotto metà del trito.
Una volta che il risotto sarà cotto, spegnete il fuoco, aggiungete la parte rimanente di castelmagno e menta tritati, mescolate e fate mantecare.
Se volete potete decorare il piatto con qualche fogliolina di menta (attenzione a non appoggiarla al riso caldo altrimenti si ossida e diventa scura)

print

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *